BIRRIFICIO SIMON - CATANZARO


pubblicato il: 2015-04-23

L’Italia è piena di borghi stupendi, ma alcuni spiccano perché sanno valorizzare la loro bellezza meglio di altri. E il Touring Club Italiano li raccoglie nella sua - ormai famosa - Guide delle Bandiere Arancioni. In tutto sono 204 i paesi italiani sui quali sventolano le Bandiere, e tra questi cinque new entry appena assegnate, tutte a sud.

Tre sono in Puglia: Specchia e Corigliano d’Otranto, entrambi in provincia di Lecce ed espressioni del Salento più autentico e lontano dal turismo mainstream, e Troia, un borgo in provincia di Foggia noto anche per il suo “Nero di Troia”, uno dei rossi più rinomati della zona. A questi si aggiungono due eccellenze calabresi: l'antico centro ellenico di Bova e Gerace, borgo su una rupe nel cuore dell’Aspromonte, sono invece i due paesi premiati quest'anno dal Touring Club in provincia di Reggio Calabria.

 

COME SI ASSEGNANO

Perché proprio questi cinque paesi? Perché hanno risposto positivamente ai criteri con i quali dal ‘98 il Touring assegna il riconoscimento ai comuni dell'entroterra con meno di 15mila abitanti mostrando, ad esempio, di preservare il proprio patrimonio culturale, di rispettare e tutelare l’ambiente, di sapere accogliere al meglio i turisti. In più, ciliegina sulla torta, di poter offrire prodotti tipici particolarmente gustosi. Insomma, dei posti perfetti per un weekend slow.

PERCHÉ

Infatti lo scopo delle Bandiere Arancioni, invitandoci a scoprirli, è proprio stimolare la crescita di questi luoghi attraverso lo sviluppo sostenibile del turismo. E tutto senza mai dare nulla per scontato. Questo marchio di qualità turistico-ambientale infatti è temporaneo e verificato ogni tre anni per ogni comune per fare in modo che gli stessi requisiti vengano mantenuti.

Torna all'elenco